box video energy way

testo box energy

L’amore per le connessioni deboli

Sono in un ex convento nel centro di Modena e guardo le poche suore rimaste con una certa ammirazione. Intorno, un via vai di persone: ormai siamo in quarantadue, chi l’avrebbe mai detto. È Il magico potere dell’algebra, che dal vecchio Tigri sempre in compagnia dell’amico Eufrate si è diffuso oltre il Mediterraneo per raggiungere i nostri giorni. Qualche anno fa, stanco della vita universitaria che mi ha visto prima ingegnere e poi ricercatore, decisi di dare una scossa alla mia vita e di abbandonare l’obsoleto approccio deterministico per dedicarmi ai numeri, all’amata algebra persiana. Nasce così Energy Way, ieri una start up e oggi una PMI, una sorta di nerd-rock band che sviluppa modelli avanzati di Intelligenza Artificiale per mappare e descrivere le relazioni tra le variabili di un fenomeno complesso. Chiaro, no? All’inizio non è stato facile far comprendere ai nostri possibili interlocutori, aziende o enti che fossero, che ogni fenomeno può essere analizzato e descritto su una mappa che raffigura le relazioni fra le variabili che lo influenzano. Poi le cose hanno preso a funzionare, o meglio, a correre e adesso grazie al nostro modello di mappa che ci permette di identificare non solo le correlazioni forti fra le variabili, ma ci guida nella comprensione delle correlazioni deboli, siamo in grado di aiutare i nostri clienti a raggiungere nuovi livelli di conoscenza ed efficienza. È proprio dall’analisi delle correlazioni deboli, quelle che di solito la mente umana rifugge o non valuta appieno, che si possono fare grandi cose come gestire i processi energetici, riducendo i consumi e migliorando le performance ambientali.

testo img energy way

"...se all’interno della banca qualcuno non avesse creduto in noi ciecamente adesso non sarei qui a parlare di una realtà in continuo sviluppo..."

Come dicevo, l’inizio è stato turbolento e se all’interno della banca qualcuno non avesse creduto in noi ciecamente adesso non sarei qui a parlare di una realtà in continuo sviluppo, che sta elaborando oltre cento progetti e che è in relazione con mondi diversi come il settore ceramico, dell’industria, della formula 1 o delle multiutility. Siamo matematici, ingegneri, fisici, neuro-scienziati esperti di Data Science. Siamo entusiasti di quello che facciamo perché è bello osservare come da un momento di incredulità iniziale si raggiunga sempre un livello di piena soddisfazione. Siamo dei visionari a cui piace immaginare che l'impatto e la cultura che sta portando l'Intelligenza Artificiale sia paragonabile all'avvento dei Beatles e del rock progressivo.

Ci piace immaginare che il settore dell’Intelligenza Artificiale sia un po’ come Londra negli anni Sessanta e Settanta, in bilico fra swinging e underground. Ci piace immaginare che il futuro dell’Intelligenza Progressiva non sia ancora stato scritto e soprattutto non debba rimanere appannaggio solo delle grandi Corporation.
Guardo le suore indaffarate: le loro vesti sembrano stanche, come se appartenessero a un mondo in estinzione. Eppure c’è una grazia soave che mette tutto in perfetto equilibrio: i voti, gli algoritmi, e questo cortile che vede il tempo scivolare senza farsi troppe domande. Tutto scorre scrive Eraclito: in un mondo frenetico e distopico, dove la tecnologia sembra dominare l’uomo in ogni settore produttivo, nel nostro piccolo vogliamo che la scienza riporti i bisogni concreti delle persone al centro della ricerca, rendendo le macchine strumento evoluto di innovazione ed eccellenza per il futuro delle persone.

cta, pagina storie

Vuoi richiedere informazioni per il tuo progetto?

Siamo a tua disposizione per darti maggiori informazioni. Sarà un piacere aiutarti a scegliere la soluzione migliore.