Progetti di comprare casa? Stai cercando il mutuo per la tua prima casa? Per “prima casa” non si intende tanto il primo acquisto immobiliare della vita, la tua prima abitazione di proprietà, quanto l’abitazione principale, cioè la casa dove tu e la tua famiglia stabilirete la residenza anagrafica, documentata dal certificato di residenza.

Il mutuo sulla prima casa è un finanziamento a medio-lungo termine che la banca ti dà per acquistare l’immobile che diventerà la tua abitazione principale in cambio di un rimborso a rate, che coprono il capitale finanziato e gli interessi (il costo del finanziamento). È la casa stessa a fare da garanzia al mutuo nei confronti della banca. Puoi avere un’idea delle rate da restituire facendo il calcolo del mutuo per la tua prima casa con il nostro calcolatore: basta inserire il valore dell’immobile, l’importo che vorresti richiedere per il mutuo e la sua durata ottimale.

Come funziona il mutuo sulla prima casa? Come gli altri mutui, ma la casa è il caposaldo del patrimonio familiare, perciò l’acquisto e il mutuo della prima casa beneficiano di una serie di agevolazioni, fiscali e non.

Quali sono le agevolazioni fiscali sulla prima casa? Si tratta di agevolazioni che riguardano sia il momento dell'acquisto, con tasse ridotte sulla compravendita e detrazioni IRPEF se stipuli un mutuo, sia la vita dell’immobile perché per l’abitazione principale non paghi IMU e TASI (con l’eccezione delle case di lusso).

Quali sono i requisiti per beneficiare delle agevolazioni fiscali sull’acquisto della prima casa? Eccoli riepilogati:

  • La casa non deve essere un immobile di lusso.
  • Deve essere nello stesso comune dove hai la residenza, lavori o, comunque, dove trasferirai la residenza entro 18 mesi dall’acquisto (entro 12 mesi per poter detrarre dall’IRPEF gli interessi del mutuo, argomento di cui parleremo piĂą avanti).
  • Se in passato hai giĂ  comprato un’abitazione con le agevolazioni per la prima casa, puoi beneficiarne di nuovo a patto di venderla entro 12 mesi dal nuovo acquisto.

Dunque, all’acquisto della prima casa paghi una serie di tributi ridotti rispetto a un immobile non destinato ad abitazione principale:

  • Se compri da un privato o da un’impresa che vende in esenzione IVA: imposta di registro al 2% (invece del 9%); imposte catastale e ipotecaria fisse, ciascuna di 50 €.
  • Se compri da un'impresa con vendita soggetta a IVA: IVA al 4% (invece del 10% o, per immobili di lusso, del 22%); imposte di registro, catastale e ipotecaria fisse, ciascuna di 200 €.

Per la compravendita della tua prima casa ti rivolgi a un’agenzia immobiliare? Puoi detrarre dall’IRPEF il 19% delle spese di intermediazione fino a 1.000 €.

Se per l’acquisto della tua prima casa stipuli un mutuo, puoi beneficiare di una detrazione IRPEF del 19% sugli interessi e sulle spese accessorie del mutuo per un massimo di 4.000 € all’anno (quindi la detrazione annuale può arrivare a 760 €). Le spese accessorie del mutuo sulla prima casa che puoi portare in detrazione con l’IRPEF sono la parcella del notaio per la stipula del contratto di mutuo (non per l’atto di compravendita della casa), le spese di istruttoria della banca, il costo della perizia tecnica, l’imposta sostitutiva.

Inoltre, se hai meno di 36 anni e stai acquistando la tua prima casa, fino al 30 settembre 2023 puoi richiedere un mutuo assistito dal Fondo Prima Casa. Leggi di piĂą sul mutuo al 100% >

Sai che puoi calcolare la rata del tuo mutuo online?

Per farlo, consulta il nostro calcolatore
Infine, consulta le proposte di mutui per la casa BPER e fissa un incontro con i nostri specialisti per trovare insieme il mutuo giovani perfetto per te.

Vuoi maggiori informazioni?

Rivolgiti ai nostri esperti.

Messaggio pubblicitario con finalitĂ  promozionale. La banca - prima di concedere il mutuo - valuta la tua capacitĂ  di rimborso delle rate, cioè il merito creditizio. Per le condizioni contrattuali ed economiche del mutuo puoi leggere il documento "Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori”, che trovi in Filiale o su www.bper.it sezione “Trasparenza”. Prodotto assicurativo di Arca Assicurazioni e distribuito da BPER Banca. Prima della sottoscrizione leggere il Set Informativo disponibile nella tua filiale o sul sito internet www.arcassicura.it. L’offerta, riservata a nuove operazioni di mutuo, è valida fino al 29/03/2024 o fino ad esaurimento del Plafond (135 milioni di euro per mutuo Green a tasso fisso, 360 milioni di euro per mutuo a tasso fisso), sempre che non venga prorogata o chiusa in anticipo. La Banca si riserva di poter effettuare modifiche unilaterali delle condizioni (ai sensi dell’Art. 118 T.U.B.).  

Esempio rappresentativo mutuo a tasso fisso incluso il costo della polizza incendio e scoppio: ecco un esempio per capire meglio: calcolato il 25/01/2024 su un mutuo garantito da ipoteca su un immobile residenziale e concesso da Bper Banca Spa a clienti consumatori con un’etĂ  compresa tra i 18 e i 47 anni, importo pari a € 100.000, LTV (Loan To Value = finanziabilitĂ  rispetto al valore dell’immobile) pari all’80%, durata 30 anni e rimborsabile in 360 rate mensili. L’esempio è valido per un mutuo a tasso fisso con una rata mensile di 416,23 €, TAN (Tasso Annuo Nominale) 2,90%, TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) 3,17% che comprende: interessi 50.003,91 € , spese di istruttoria 1.000,00€, spese di incasso rata 2,75 € (su ogni rata), costo di invio comunicazioni scritte pari a 0,90 € annui, imposta sostitutiva di 250,00 € (trattenuta all’erogazione), spese di perizia pari di 280,00 €, costo dell’assicurazione obbligatoria contro l'incendio e lo scoppio 23 €  annui (il costo è basato sulle coperture per il rischio di incendio, fulmine e lo scoppio del gas in base alla polizza offerta dalla Banca, il cliente può scegliere un’altra compagnia assicurativa). Importo totale del credito 98470,00 €. Costo totale del credito 53.240,91 €. Importo totale dovuto dal consumatore 153.243,66 €. 

Esempio rappresentativo  mutuo green a tasso fisso incluso il costo della polizza incendio e scoppio: ecco un esempio per capire meglio: calcolato il 25/01/2024 su un mutuo garantito da ipoteca su un immobile residenziale e concesso da Bper Banca Spa a clienti consumatori con un’etĂ  compresa tra i 18 e i 47 anni, importo pari a € 100.000, LTV (Loan To Value = finanziabilitĂ  rispetto al valore dell’immobile) pari all’80%, durata 30 anni e rimborsabile in 360 rate mensili. L’esempio è valido per un mutuo a tasso fisso con una rata mensile di 397,73 €, TAN (Tasso Annuo Nominale) 2,55%, TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) 2,73% che comprende: interessi 43.324,47 € , spese di istruttoria 0€, spese di incasso rata 2,75 € (su ogni rata), costo di invio comunicazioni scritte pari a 0,90 € annui, imposta sostitutiva di 250,00 € (trattenuta all’erogazione), spese di perizia pari di 280,00 €, costo dell’assicurazione obbligatoria contro l'incendio e lo scoppio 23 €  annui (il costo è basato sulle coperture per il rischio di incendio, fulmine e lo scoppio del gas in base alla polizza offerta dalla Banca, il cliente può scegliere un’altra compagnia assicurativa). Importo totale del credito 99.470,00 €. Costo totale del credito 45.561,47 €. Importo totale dovuto dal consumatore 145.564,22 €.