box coronavirus plafond bper

Stanziamo due plafond “BPER Banca per l’Italia” per i nostri clienti colpiti dall’emergenza COVID-19.

Il primo plafond di 100 milioni di euro di finanziamenti si rivolge a privati, liberi professionisti, artigiani,  commercianti e piccoli operatori economici:

  • Il tasso di interesse applicato per finanziamenti fino a 10.000 euro è dello 0% nei primi sei mesi, dai mesi successivi si applica il tasso dell’1%

  • Per finanziamenti di importi superiori ai 10.000 euro il tasso di interesse è dell’1% sia sul preammortamento che sulla durata residua

Non sono previste spese di istruttoria. La durata dei finanziamenti è di 36 mesi.

Il secondo plafond da 1 miliardo di euro di finanziamenti è destinato alle imprese corporate e PMI nostre clienti.
Le aziende possono scegliere tra due tipologie di sostegno: i Prestiti Aziendali e/o l’affidamento di conto corrente.
I Prestiti Aziendali prevedono una durata massima di 18 mesi, con il preammortamento massimo di 6 mesi.
Non sono previste spese di istruttoria. L’affidamento di conto corrente ha una durata di 12 mesi, con un piano di rientro concordato da subito.

box testo coronavirus 2

Decreto Cura Italia e moratorie sui finanziamenti.

Le misure per i Privati.

  • Fondo di solidarietà: valido per i mutui per l'acquisto della prima casa. I clienti che possiedono un mutuo per l’acquisto della prima casa possono richiedere la sospensione delle rate fino a 18 mesi. E’ necessario avere i requisiti e rientrare in una della causali  previste dal “Fondo di Solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa”. Il Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020 ha temporaneamente abolito la presentazione dell’ISEE e dà la possibilità anche ai lavoratori autonomi e liberi professionisti di accedere al fondo. Questi ultimi dovranno compilare un’autocertificazione in cui dichiarano un calo del fatturato superiore al 33% in un qualsiasi trimestre del 2020 (rispetto all’ultimo trimestre del 2019) a seguito della chiusura o di altre restrizioni della propria attività per il COVID - 19.
  • Moratoria decisa dalla banca: la banca si rende disponibile a valutare l'estensione della sospensione delle rate fino al 30 settembre 2020 anche per i clienti in bonis intestatari di finanziamenti ipotecari o chirografari per l’acquisto di una casa o di un’altra tipologia di abitazione, che non possiedono i requisiti per l’accesso al Fondo di Solidarietà. Per richiedere la sospensione delle rate si deve ,presentare un’autocertificazione  in cui si dichiara di aver subito un danno diretto e indiretto (anche di carattere economico) e richiedere quindi la sospensione delle rate fino al 30 settembre 2020. La moratoria si estende anche ai clienti che hanno richiesto un mutuo per la costruzione o ristrutturazione della prima casa o di altro immobile.

 

Misure per le Imprese.

  • Misure contenute nel decreto Cura Italia:  le microimprese, le piccole e medie imprese che autocertifichino di aver subito, in via temporanea, carenze di liquidità come conseguenza diretta del COVID-19 possono richiedere:
    • il mantenimento delle aperture di credito a revoca e dei prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, al 17 marzo 2020;
    • la proroga fino al 30 settembre 2020 dei prestiti non rateali con scadenza prevista prima del 30 settembre 2020
    • la sospensione delle rate dei finanziamenti o dei canoni di leasing fino al 30 settembre 2020 scegliendo tra la sospensione dell’intera rata o della sola quota capitale.

  • Moratoria decisa dalla banca: la banca si rende disponibile a valutare l'estensione della sospensione delle rate fino al 30 settembre anche per le imprese in bonis escluse dal perimetro del decreto. Le imprese potranno scegliere tra la sospensione della rata intera o della sola quota capitale. E’ richiesta un’autocertificazione in cui l’azienda dichiara di aver subito carenze di liquidità a causa del COVID - 19.

box testo coronavirus5

Come fare per chiedere informazioni su queste misure.

box cta coronavirus

Sei un privato, un libero professionista o una piccola impresa con fatturato massimo di 1 milione di euro?

Puoi lasciarci i tuoi contatti: ti ricontatteremo noi per fornirti tutte le informazioni, in alternativa puoi contattare telefonicamente la tua filiale di riferimento.

Lascia i tuoi contatti

Sei un'impresa con fatturato superiore a 1 milione di euro?

Puoi far riferimento al tuo consulente di filiale oppure lasciarci i tuoi contatti: ti ricontatteremo noi per fornirti tutte le informazioni e i dettagli su come richiedere queste misure.

Lascia i tuoi contatti

Contacts

Hai bisogno? Ecco come contattarci.

In considerazione dell'emergenza sanitaria, stiamo facendo il possibile per gestire tutte le richieste: i tempi di risposta potrebbero essere più lunghi del solito.

disclaimer coronavirus

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La Banca si riserva il diritto di subordinare l’accesso al finanziamento ad una valutazione del merito creditizio. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia al documento "Informazioni europee di base di credito ai consumatori", per la clientela privata e ai Fogli informativi per le imprese, entrambi richiedibili in Filiale.
Esempio di finanziamento aziendale a tasso fisso erogato il 06/03/20, di € 10.000, durata 3 anni al TAN (Tasso Annuo Nominale) del 1%. TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) 0,74 %, costo totale del credito 132,50 euro, pari alla somma di interessi (129,80 euro), spese di istruttoria (0 euro), spese di incasso rata (0 euro per ogni rata) e spese rendiconto annuale (0,90 euro). Rata mensile 337,66 euro. Importo totale dovuto dal cliente 10.132,50  euro. Il TAEG è inferiore al TAN in quanto c'è un periodo di pre-ammortamento a tasso 0 di sei mesi. Offerta valida fino al 15/04/2020 salvo proroga o chiusura anticipata. La somma è erogata da BPER Banca.  

Le misure moratorie sono da ritenersi valide fino alla pubblicazione di nuovi decreti normativi che potrebbero modificarne l'applicazione.