BPER si schiera a fianco di D.i.Re, l'associazione Donne in rete contro la violenza, per dare il proprio contributo alla lotta contro la violenza sulle donne.  La violenza di genere non si manifesta solo attraverso forme fisiche o sessuali, ma anche con modalità più subdole, come la violenza economica. ​

La violenza economica è un fenomeno trasversale che colpisce tutti i livelli socio economici ed è la più difficile da riconoscere anche da parte di chi ne è vittima perché interiorizzata nei modelli di educazione familiare.  Può manifestarsi in molte forme, dalla disparità salariale alla difficoltà nell'accesso al credito e alla mancanza di opportunità di sviluppo professionale e, spesso, è associata ad altre forme di violenza domestica che impediscono alle donne di essere libere di scegliere.​

Questo fenomeno danneggia le donne individualmente, e indebolisce la società nel suo complesso. 

L'accordo con l'Associazione D.i.Re è un passo concreto verso la creazione di una società più inclusiva ed equa per le donne.

Noi crediamo che l'empowerment femminile sia un elemento chiave per l'avanzamento della società e dell'economia. ​

Le donne che hanno accesso a risorse economiche e opportunità di crescita sono in grado di contribuire in modo significativo al benessere delle loro famiglie, delle comunità e delle imprese. Quando le donne prosperano, l'intera società ne beneficia.

L'impegno e la nostra collaborazione con D.i.Re

Lavoreremo insieme a D.i.Re per creare un ambiente sociale in cui le donne possano raggiungere il loro pieno potenziale di indipendenza, senza paura di discriminazioni o violenza economica. Lo faremo attraverso:

  • attività di educazione finanziaria volte a prevenire i fenomeni di violenza economica,

  • promozione di programmi di formazione e sensibilizzazione finanziaria destinati alle donne per aumentare la propria consapevolezza e le proprie abilità gestionali.

  • iniziative di sensibilizzazione, divulgazione e formazione verso i dipendenti

Come si combatte la violenza economica?

La violenza economica è una forma di controllo e manipolazione che impedisce alle donne di avere una propria autonomia. E spesso rappresenta una delle cause della reiterazione degli abusi. 

Creare le condizioni per rendere le donne  autonome è un modo per permettere loro di essere libere di decidere come gestire la propria vita. Perché autonomia finanziaria è anche autonomia decisionale.

La campagna di raccolta fondi

In occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, dal 2022 BPER promuove ogni anno la campagna di raccolta fondi “Insieme per le Donne” a favore del Fondo Autonomia istituito dall’Associazione D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, un fondo su cui vengono convogliate risorse economiche per sostenere e donne che cercano di uscire dalla violenza e aiutarle a raggiungere l'autonomia economica e abitativa.

 

I con la campagna 2023

Complessivamente l’importo raccolto, comprensivo delle donazioni e del contributo elargito da BPER, è di 250 mila euro.

I fondi raccolti permetteranno a Dire di aiutare concretamente le donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza facenti parte della rete dell’associazione.  

Leggi la news

 

Il Fondo Autonomia

Quando una donna affronta il percorso di uscita da una relazione violenta, spesso non sempre riesce a raggiungere la piena autonomia, soprattutto a causa di limitate risorse economiche. La nostra raccolta fondi "Insieme per le donne" è pensata per offrire un supporto finanziario per queste donne. I fondi raccolti infatti sono a favore del Fondo Autonomia dell'Associazione D.i.Re., dedicato a promuovere l'indipendenza e l'autonomia delle donne che escono dalle Case di Rifugio o dai Centri Antiviolenza.

Come funziona il Fondo Autonomia?

I fondi raccolti verranno assegnati tramite una call rivolta ai Centri Antiviolenza della rete D.i.Re., che potranno richiederli per sostenere le donne in uscita da situazioni violente. Queste risorse copriranno una varietà di spese, tra cui quelle legate alla gestione della casa, all'acquisto di beni essenziali, corsi di formazione, attrezzature per iniziative imprenditoriali e spese per i figli, permettendo alle donne di rendersi indipendenti e avviare un nuovo percorso di vita, libero dalla violenza.

L'evento di lancio per l'edizione del 2023

«In un mondo in cui il valore di ciascuno di noi viene riconosciuto in modo importante nella capacità di produrre e gestire denaro, non può esserci empowerment senza indipendenza economica».

La professoressa Azzurra Rinaldi ne ha discusso insieme a Flavia Mazzarella, Presidente di BPER BancaAntonella Veltri, Presidente dell'Associazione D.i.Re e la giornalista Annalisa Cuzzocrea, Vicedirettrice de La Stampa in uno speciale evento intitolato 'e-co-no-mì-a {sostantivo femminile}' che si è svolto il 23 novembre alle 11 presso la Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

Guarda l'evento

L'Associazione e la prima edizione

D.i.Re – Donne in rete contro la violenza è un gruppo di 87 organizzazioni sul territorio italiano, che gestiscono 106 Centri antiviolenza e più di 60 Case rifugio, ascoltando ogni anno circa 21mila donne.

La prima edizione della campagna Insieme per le Donne ha raccolto a favore del “Fondo Autonomia“ complessivamente 200 mila euro: 100 mila euro donati dalle persone che hanno aderito alla raccolta, a cui BPER Banca ne ha aggiuntialtri 100 mila raddoppiando l’importo.

Questi fondi sono serviti a erogare finanziamenti a fondo perduto per aiutare le vittime di violenza domestica a raggiungere una propria autonomia economica, e allontanarsi dalla relazione violenta.

Leggi la news

Messaggio Istituzionale