Aggregatore Risorse

La Campana di Sant'Ambrogio 21 installazioni di arte urbana in 21 siti di Milano

La Campana di Sant'Ambrogio 21 installazioni di arte urbana in 21 siti di Milano

Guardare avanti. Che in questo secondo anno di pandemia potrebbe sembrare un’immagine svuotata di ogni significato. Eppure mai come in questo 2021 si sente il bisogno di stringersi l’un l’altro e proiettarsi insieme verso un futuro magari non radioso, ma di certo
meno invalidante. Due anni fa a Palermo era nata la Campana di Santa Rosalia che si ispirava al famoso gioco di strada per ragazzini: ma i tempi sono cambiati e il progetto, trasportato a Milano, diventa un grande affresco urbano di comunicazione positiva. Che vivrà poco, lo spazio di un respiro e di un sorriso, quelli che si desidera ardentemente recuperare.

“La bellezza è utile, non è un’idea romantica, la pensano così solo gli sciocchi. La bellezza aiuta a rendere la gente migliore e a cambiare il mondo. Sono orgoglioso che siamo in tanti a dirlo assieme in quest’occasione, con questo nuovo progetto dedicato a Sant’Ambrogio e alla Pasqua: la bellezza vera può salvare tutti noi, milanesi e non, uno alla volta ma ci può salvare”. Renzo Piano

Nella città operosa e frenetica, ferita e malata, il prossimo 4 aprile – domenica di Pasqua ma anche l’anniversario della morte del patrono, nel 397 d.C. - la Campana di Sant’Ambrogio, un progetto di arte urbana curato da Stefania Morici, diventa il veicolo di un messaggio forte di speranza, attraverso l’arte, la bellezza, la spiritualità. Ventuno installazioni artistiche, create da Patrizio Travagli, in altrettanti e differenti spazi quotidiani di Milano, cucite dal filo rosso della narrazione di Vittorio Sgarbi. Per collegare idealmente e provocatoriamente i quattro angoli della città, le piazze centrali e le vie secondarie, piazza Duomo e il quadrilatero della Moda, i quartieri periferici e gli angoli intellettuali. Ed è proprio il critico d’arte a sottolineare che “L’euforia di chi non vuole fermarsi, e continua a vivere, in un mondo che si è trasformato in un cimitero, e’ il solo conforto di questi giorni tristi. Non chiedere mai per chi suona la campana, scrisse il poeta John Donne, essa suona per te”.

Stefano Rossetti, Vice Direttore Generale Vicario di BPER Banca, dichiara: “In questo periodo difficile sentiamo tutti l’esigenza di vivere in spazi aperti, di condividere momenti di socialità, di ridare spazio all’arte. Nella speranza che ciò avvenga presto siamo felici di sostenere un progetto innovativo e importante, che consente agli artisti di portare le loro opere nelle strade e nelle piazze milanesi, in attesa che tornino alla loro piena vitalità. Siamo convinti infatti che essere vicini ai territori significhi anche sostenere la cultura come risorsa fondamentale per lo sviluppo e il benessere delle comunità”.

Risorse Correlate

Separator


News Recenti Header

News Recenti